Le liste della nostra Coalizione.

Pubblichiamo l’elenco completo di tutte le liste.

LISTA PRIMAVERA APRILIANA

1) FOTI GAETANO –
2) AVERSA VINCENZO –
3) CECCHETTO ALESSANDRO –
4) CELLI SABRINA –
5) CURTI NOEMI –
6) D’ANTONA MARIA AUSILIA –
7) DI STEFANO LUCA –
8) FIORILLO NICOLA –
9) GAZZI SONIA –
10) GIANGIACOMO CATERINA LUCIA –
11) KALFUS LUIGI –
12) LAUTIZI ANTONELLA –
13) LA FEMINA FABRIZIA –
14) MARCHETTI FEDERICO –
15) MENEGONI FRANCESCA –
16) MENGONI LUCIANO –
17) PIAZZA ANTONIETTA –
18) PIETRAPERTOSA SERGIO –
19) PORCELLI SAVERIO –
20) PROCACCI SIMONE –
21) RUBINO ROBERTO DETTO BUBU’ –
22) SAVELLI SAMANTHA –
23) TRALLI CARMELA –
24) TRENTA GIOVAN BATTISTA –

CAMBIAMENTI

1) ATTURI ANDREA –
2) BEDDHIAF NABIL B BENAISSA –
3) BELLAN LORENA –
4) BOCCHETTA CESARE –
5) CARTA ENRICA –
6) CIOTTI MASSIMO –
7) CIRENE CATERINA –
8) COLUCCINO PATRIZIA –
9) CONSOLANDI ORESTE –
10) FIANDRA GIOVANNI –
11) GERARDI DONATO –
12) GOLINI MIRKO –
13) MENGONI CRISTIAN –
14) MORGANI MIRKO –
15) MUSSO SALVATORE –
16) MUTARELLI FRANCESCA –
17) NANNI NADIA –
18) PEPE ANNA –
19) RINALDI MARIA –
20) ROCCO MARIO –
21) SCAMPERTI FRANCESCA –
22) SOLIA GIULIANO –
23) STORNIAIUOLO ANNA –
24) TARTAMELLA ANGELA –

LA CITTA’ DEGLI ALBERI


1) BATTISTUZZI GIOVANNI (DETTO GIANNI) –
2) ALBARJAMI NAIM –
3) ANDREUCCI FRANCESCA –
4) CAVALIERE MARCO –
5) CHEBBI MIRIAM –
6) CITTADINI MASSIMO –
7) CLEMENTE ALBERTO –
8) COSTANTINI MARCO –
9) CRETI ROBERTA –
10) CRUCIANI CARLA –
11) D’IMPERIO ALDO –
12) D’IMPERIO ROBERTO –
13) DI VEROLI SARA –
14) ESPOSITO ADDOLORATA (DETTA DOLLY) –
15) FEDERICO GIANCARLO –
16) MAMELI MARIA ANTONIETTA –
17) MORGANI MATTEO –
18)  PAPI GIOVANNI –
19) RINALDI ALESSANDRO –
20) RIZZUTO ROSALBA –
21) ROCCHIGIANI GIORGIO –
22) SICIGNANO CORRADO –

UNIONE NEI VALORI 

1) COLAIACOVO GIUSEPPE –
2) MARIOTTI TULLIO –
3) RICCIO FILOMENA  –
4) ADAMO ANTONIETTA –
5) AITORO MICHELE  –
6) BATTAGLIA GIANLUCA  –
7) BERTUGLIA LUCIA –
8) CRUCIANI ALESSIO –
9) IAZZETTA MARIA GIOVANNA –
10) LODI ANGELINA  –
11) MARTELLI ANGELO –
12) MARTINO ALFONSO  –
13) MORGANI SIMONA –
14) PRESCIUTTI GIUSEPPINA  –
15) ROSSI ANGELO –
16) SQUITTIERI ANNAMARIA  –

 

Dicono di me: Rassegna stampa In merito ai “Dubbi sui silenzi: Ex Yale e sul progetto di discarica a colli del sole”

Riportiamo le testate locali che hanno pubblicato il nostro comunicato stampa.

20180329latinaoggi_18

http://www.aprilianews.it/politica/sui-progetti-di-casalazzara-dalla-maggioranza-di-aprilia-solo-silenzi#ad-image-0

Ex Yale, la Porcelli chiede risposte

Aprilia, rifiuti a Casalazzara. Carmen Porcelli accusa l’amministrazione: “Nessuna trasparenza sulla ex Yale, il quartiere a rischio”

“Depuratore a Casalazzara, lo strano comportamento dell’amministrazione”

Finanze, Terra non ha rispetto per la volontà popolare

Bando per il dirigente per tre anni, ma tra un mese e mezzo scade il mandato di sindaco

Aprilia, 22 marzo 2018

“La trasparenza va praticata, non a parole ma con i fatti e i fatti ci dicono che il sindaco Terra ignora il significato di questa parola ma non si pone neanche la questione dell’opportunità politica, né il rispetto della volontà popolare: perché vuol nominare il dirigente del settore finanze con un contratto a tempo determinato per tre anni quando tra poco più di un mese e mezzo si andrà ad elezioni? Forse Terra è così sicuro di vincere? E se dovesse perdere invece? Il nuovo sindaco si troverà un dirigente di cui non può fidarsi perché nominato dal suo precedessore? Anche in questo Terra è riuscito ad eguagliare la giunta Santangelo, complimenti!”.

Il candidato sindaco della lista Primavera Apriliana, Carmen Porcelli interviene sul bando pubblicato ieri sull’albo pretorio riguardante la ricerca di una figura dirigenziale per il settore tributi. Il comune di Aprilia aveva un dirigente al Settore Finanze e Tributi, che era stato assunto con contratto fiduciario, e che poteva arrivare a fine mandato del sindaco, un dirigente che è poi diventato un dipendente del Comune, e che ha lavorato per l’ente dal novembre 2012 al novembre 2017. La maggioranza Terra ha deciso di bandire un avviso pubblico per affidare un incarico dirigenziale con contratto a tempo pieno e determinato per il settore tributi. Il conferimento dell’incarico sarà affidato, dopo una selezione da parte di una commissione, dal sindaco che sceglierà tra la rosa dei candidati il professionista che andrà a ricoprire l’incarico. “Il sindaco sceglierà secondo ”intuitu personae’, cioè secondo la sua discrezione. Fin qui nulla di strano se non fosse che nel bando è specificato che il conferimento avverrà ai sensi dell’articolo 110 – comma 1 del Decreto legislativo 267/2000. Al comma 3 di questo decreto è previsto che l’incarico dirigenziale avrà una durata di tre anni e questo vuol dire che la persona che sarà scelta resterà in carica anche con il prossimo sindaco, che non è detto sarà Terra. Non è sicuramente un atto ineccepibile, da parte di un sindaco che sostiene di conoscere la macchina amministrativa né sotto il profilo della trasparenza amministrativa né dell’opportunità politica perché Terra non possiede la sfera di cristallo e non può essere certo di tornare a ricoprire l’incarico di sindaco. Inoltre non si comprende come mai l’amministrazione ha usato un altro metodo per l’individuazione del dirigente del settore lavori pubblici: come mai è stata applicata la logica dei “due pesi e due misure”? Il dirigente dei Lavori Pubblici è stato scelto facendo scorrere una graduatoria, mentre nelle finanze – settore fondamentale, chiave per la pubblica amministrazione – si è deciso di seguire questo procedimento. Come al solito la schizofrenia amministrativa di questa maggioranza lascia davvero di stucco”. Il candidato sindaco di Primavera Apriliana coglie l’occasione per estendere il discorso ad una valutazione più generale sulla questione del personale e dei dirigenti.

“Ciò che non si comprende è la logica con la quale viene gestito il personale del Comune di Aprilia, a partire dalle modalità di scelta dei dirigenti che sono la guida tecnica dei settori, figure professionali chiave che solo recentemente sono venute a mancare penso alle Finanze, all’Ecologia e alla Polizia Municipale. L’assessore con delega al personale, il vicesindaco, è evanescente, forse è più impegnato a decidere il suo futuro politico che non a svolgere il ruolo di amministratore: perché non si mettono in piedi i concorsi per il comandante della Polizia Municipale e del dirigente del settore Finanze e tributi?”.